Protezionistica Pazienti

Nelle procedure RM una serie di possibili rischi e’ associabile ai campi fisici di radiazioni non ionizzanti impiegati (campo magnetico statico uniforme, campi magnetici variabili nello spazio e nel tempo, campo di radiofrequenze). Possibili disturbi, piu’ che rischi, sono inoltre associabili a reazioni di claustrofobia e di percezione di rumori fastidiosi, condizionati anche dalla lunga durata dell’esame.
I principali meccanismi fisici e biofisici, responsabili dei rischi associabili ai suddetti campi fisici, possono cosi’ essere distinti:
CAMPO STATICO : oltre ad effetti meccanici su corpi ferromagnetici esterni o interni al paziente, si possono avere effetti di traslazione e orientazione di molecole sensibili, forze elettrodinamiche su cariche in movimento, interferenze con gli stati di spin elettronico ed induzione di effetti su tessuti o organi con molteplicita’ di cellule eccitabili e/o con attivita’ elettrica spontanea
CAMPO VARIABILE: si possono produrre correnti indotte interne all’organismo con potenziali effetti di stimolazione del tessuto nervoso periferico e centrale e del cuore.
CAMPO RADIOFREQUENZA: si genera una conversione dell’energia elettromagnetica in energia termica con conseguente effetto di riscaldamento delle parti corporee esposte e potenziale compromissione del sistema di termoregolazione. Tale riscaldamento si puo’ verificare anche in corpi metallici impiantati o applicati.
Circa gli effetti a lungo termine, le conoscenze dei possibili meccanismi biofisici ed i riscontri epidemiologici sono a tutt’oggi insufficienti e, sostanzialmente, non probanti.
Per quanto sopra ne conseguono controindicazioni assolute all’esecuzione di un esame RM per alcune categorie di pazienti, ad eccezione di situazioni di necessita’ ed urgenza valutate dal medico responsabile dell’indagine. Controindicazioni relative o controindicazioni potenzialmente limitanti, anche temporanee, vanno altrettanto accuratamente valutate.
La legislazione italiana esplicita tali controindicazioni (D.M.2/8/91 all.1, pto E.3 ), in particolare quelle assoulte, tuttavia l’aggiornamento tecnologico degli ultimi anni ha aperto il dibattito sulla sicurezza di pazienti candidati ad esami RM con impianti o protesi, con controindicazioni legislative assolute. In particolare, pazienti portatori di pace makers sono oggetto di recenti considerazioni.( FOCUS su Pace Makers)
Un altro argomento di rilevanza che vede coinvolto il Fisico Medico e’ lo studio dei possibili effetti embrio-fetali in caso di esposizione di donne gravide. Allo stato attuale le valutazioni biofisiche, la clinica e l’epidemiologia non danno riscontro di effetti sfavorevoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...